Doposcuola Specialistico

Doposcuola Specialistico per alunni con Bisogni Educativi Speciali

Il doposcuola specialistico per alunni con Bisogni Educativi Speciali (Direttiva MIUR 27/12/2012) è un sevizio di accompagnamento e sostegno allo studio rivolto a studenti con specifiche esigenze. È specifico per:

  • alunni con: disabilità certificata (L. 104/19992);
  • per alunni con disturbi evolutivi specifici (DSA, deficit del linguaggio, deficit non verbale, deficit motori, ADHD);
  • per alunni che vivono una situazione di svantaggio socio economico, culturale e linguistico.

Il doposcuola specialistico non è finalizzato a portare a termine il maggior numero di compiti affidati dalla maestra, ma promuove conoscenze, abilità e competenze metacognitive, che aiutano l’alunno a superare in autonomia le difficoltà di apprendimento, promuovendo il successo formativo.

Lo specialista-tutor realizzerà un progetto formativo didattico ed educativo basato sulla personalizzazione e l’individualizzazione dell’apprendimento personalizzato in linea con la progettazione scolastica, tenendo conto delle peculiarità dello studente, promuovendo competente emotive, disciplinari e educative. Il lavoro sarà in sinergia e in collaborazione con la scuola e la famiglia, rispettando il principio di autodeterminazione dello studente.

Gli obiettivi del dopo scuolaspecialistico

L’apprendimento è di per se un processo complesso, multifattoriale, motivato e orientato ed è spesso caratterizzato per alcuni ragazzi da difficoltà, scarsa motivazione, bassa autostima e autoefficacia, che influiscono negativamente sulla costruzione di un identità stabile e sul benessere globale dello studente. Secondo l’ICF (classificazione internazionale del funzionamento, della disabilità e della salute) che sostiene l’approccio bio-psico-sociale della persona, non è lo studente che non possiede le abilità per acquisire abilità e competenze e quindi per adattarsi efficacemente nell’ambiente di vita, ma è l’ambiente in cui il ragazzo è inserito che non permetto lo sviluppo del suo potenziale a causa di “barriere” fisiche e/o mentali. Le barriere in questo caso sono rappresentate da metodi di studio che non tengano conto delle esigenze specifiche del singolo studente e che debellano significativamente l’autostima, la motivazione e l’organizzazione dello studio. Attraverso un supporto guidato di uno specialista è possibile promuovere l’apprendimento attivo, superando le difficoltà, attivando maggiore consapevolezza sui propri processi di pensiero e di acquisizione delle informazioni, promuovendo automaticamente motivazione e autoefficacia che permette di perseverare e di raggiungere gli obiettivi formativi. Il doposcuola specialistico mira a realizzare un ambiente aperto e flessibile, per favorire un benessere scolastico, rinforzando nei ragazzi il senso di competenza e autoefficacia, attraverso la valorizzazione delle risorse residue. In questa ottica l’apprendimento diventa un occasione in cui le difficoltà vengono riconosciute e superate, attraverso un ascolto attivo, usufruendo di strumenti didattici compensativi.

La metodologia applicata

Per promuovere un apprendimento attivo e significativo è importante che tale processo si realizzi in un ambiente dove è presente un clima flessibile, aperto e empatico, in grado di incentivare il dialogo e le esigenze di ogni studente. Le metodologie elettive in tal senso sono quelle che pongono lo studente al centro del processo, valorizzandone esperienze e vissuti relazionali. Per tali motivi il dopo scuola specialistico non mira a una trasmissione passiva di conoscenze ma al contrario ha il fine di alimentare nel bambino la curiosità per l’apprendimento, riconoscendolo come individuo capace di acquisire competenze. In tal senso le metodologie didattiche faranno ricorso alla:

  • Didattica multidisciplinare;
  • Cooperative Learning;
  • Role Paying;
  • Per education;
  • Didattica meta cognitiva;
  • Tinkering
  • Learning by doing
  • EAS (episodi di apprendimento significativo).

Durante l’intervento di supporto e potenziamento molta importanza verrà data agli aspetti psicologici, emotivi del ragazzo/studente

Responsabile del servizio:

Dott.ssa Lucia Victoria Lolli

 

  • Psicologa Clinica
  • Specializzanda in Psicoterapia Sistemico Relazionale
  • Mediatrice Familiare e Mediatrice Penale
  • Docente di Sostegno Scuola Secondaria di Secondo Grado
  • Iscritta all’ordine degli Psicologi della Regione Puglia con n 5854

Vuoi maggiori informazioni sul Sostegno Scolastico offerto da Psicoform?