Disturbi d'Ansia Mental e Business Coach

Come superare l’ansia di parlare in pubblico

Superare l’ansia di parlare in pubblico e imparare il public speaking

Tutte le persone hanno delle fobie, chi per i ragni, chi per le altezze, chi per i serpenti e chi per altre situazioni specifiche. La fobia è una paura irrazionale, intensa e incontrollabile, che si manifesta con un notevole aumento della frequenza cardiaca, tremore, vertigini, sudorazione e altri sintomi di forte intensità psicofisica.

Come abbiamo detto, tutte le persone hanno delle fobie specifiche, differenti da persona a persona, ma ci sono fobie che possiamo definire universali, come l’aggressione fisica tra persone e il parlare in pubblico. Può sorprendere, come l’essere umano, dotato di straordinarie capacità intellettive, linguistiche e comportamentali, può manifestare una fobia o svilupparne una, quanto è chiamato a gestire un discorso pubblico di fronte a un gruppo di persone.

Se avete sperimentato anche voi, ansia, paura, disagio, al solo pensiero di parlare in pubblico o quando siete stati chiamati a farlo, non dovete preoccuparvi, è un processo normale, appunto una delle fobie universali. Da un lato l’ansia di parlare in pubblico non esprime una psicopatologia o un deficit linguistico di cui preoccuparsi, dall’altro lato, se per il vostro lavoro, per le vostre passioni, è necessaria una buona capacità di public speaking, questa difficoltà va superata, potenziata, e se assente, sviluppata.

 Nulla di patologico, ma qualcosa da potenziare certamente sì

Esistono persone che sembrano nate con una capacità straordinaria di parlare in pubblico, sono degli ottimi oratori, ma al contrario dell’apparente predisposizione genetica, queste persone non sono nate brave, ma lo sono diventate nel tempo, con lo studio e la pratica.

L’ansia di parlare in pubblico può essere superata o al contrario può essere rinforzata, è il risultato di una scelta consapevole, e la consapevolezza è una buona cosa, ma se non ben costruita, si trasforma in pura nel momento della verifica della sua fondatezza. Vediamo insieme come intervenire per superarla.

Come superare l’ansia di parlare in pubblico

1

Stave Jobs rivolgendosi agli studenti dell’Università di Stanford  pronunciò espressamente queste parole:

 “L‘unico modo di fare un ottimo lavoro è amare quello che fai. Se non hai ancora trovato ciò che fa per te, continua a cercare, non fermarti, come capita per le faccende di cuore, saprai di averlo trovato non appena ce l’avrai davanti. E, come le grandi storie d’amore, diventerà sempre meglio col passare degli anni. Quindi continua a cercare finché non lo troverai. Non accontentarti. Sii affamato. Sii folle”.

Questo concetto anche se orientato al lavoro può essere esteso a ogni situazione di crescita personale e quindi anche al public speaking. Se vogliamo diventare bravi in qualcosa, quello che dobbiamo fare è indubbiamente dedicarci a quella cosa e magari amare ciò che facciamo. 

Alcuni nascono con delle doti, mentre altri le sviluppano attraverso la passione e l’allenamento, entrambi, se smettessero di dedicarsi, di allenarsi, evitando di mettere in pratica la prestazione, avrebbero certamente una forte diminuzione della capacità in oggetto. Questo è generalizzabile a tutti i settori e capacità personali.

Se io ogni giorno, ogni qualvolta mi venisse richiesto di partecipare a un convegno o seminario pubblico come relatore, evitassi di parlare, nel tempo svilupperei una diminuzione della mia capacità di parlare in pubblico e molto probabilmente, associando altri comportamenti e pensieri disfunzionali, svilupperei una vera e propria fobia.

Imparare a parlare in pubblico: piccole strategie efficaci

1

Conoscendo i processi cognitivi e i comportamenti che sostengono e aggravano una fobia, possiamo anche imparare a superarla e questo è valido anche per l’ansia di parlare in pubblico. Quindi una strategia per iniziare a superare l’ansia di parlare in pubblico è “evitare di evitare”, iniziando ad affrontare ciò che ti spaventa. Puoi iniziare individuando quando e con chi si presenta la paura di esprimerti, poi a intervenire con piccole frasi e infine a gestire in prima persona l’orientamento del discorso del gruppo. Non si diventa dei bravi oratori da un giorno all’altro ma nel tempo, giorno dopo giorno, sfidando e superando i limiti della tua paura.

Un’altra strategia per superare l’ansia di parlare in pubblico è partire da questo concetto: i migliori oratori danno l’impressione di improvvisare, ma in realtà si preparano tutto. Conoscere e preparare il vostro intervento vi aiuterà ad acquisire sicurezza, io personalmente consiglio di preparare e conoscere più del dovuto la tematica e i contenuti del discorso, incontro pubblico. Con questo non intendo dire che bisogna essere dei perfezionisti cadendo nell’ossessività ma ben preparati sì. La vostra preparazione deve essere globale, studiando anche i concetti periferici del tema.

Se volete fare brutta figura e restare paralizzati da un vuoto di memoria improvviso, imparate il vostro discorso a memoria, è negativamente efficace. Evitate di programmare la vostra presentazione con la strategia della memorizzazione, perché non funzionerà. Al contrario, come vi accennavo prima, dovete conoscere più del dovuto il tema trattato, e ciò significa che le nozioni devono essere interiorizzate realmente dentro di voi, non basterà studiare un libro, le dinamiche saranno differenti da quelle di un esame universitario, dove siete voi e il professore, gli attori dello scambio comunicativo. Bisogna quindi prepararsi bene e con un forte anticipo, pensando che di fronte ci saranno moltissime persone ad ascoltarvi e vedervi.

La  conoscenza del linguaggio verbale e non verbale per superare l’ansia di parlare in pubblico

Un altro aspetto di base per chi impara a parlare in pubblico e a superare l’ansia che questa situazione genera è la conoscenza del linguaggio non verbale, ossia ciò che il vostro corpo, l’aspetto, il portamento esprime, comunica. Per alcuni può sembrare strano, ma il linguaggio non verbale esprime e comunica molto di più del verbale. 

Lo Psicologo statunitense, Prof. Albert Mehrabian dimostrò con le sue ricerche alla fine degli anni’ sessanta che la comunicazione non verbale (corpo, espressione del viso) ha un’incidenza del 55%, mentre quella paraverbale (ritmo della voce, tonalità, ecc.) influenza il 38%, e solo il 7% della comunicazione è determinato dalle parole e dai concetti.

ansia di parlare in publico

Immaginate se uno Psicologo o Psichiatra comunicasse con il pubblico presentando le sue teorie e tecniche per la cura del disturbo d’ansia, affermando ad esempio che l’ansia si supera controllandola e affrontandola, ma mentre comunica, ha un tono di voce basso, una gestualità e un portamento insicuro, esitante, che esprime appunto l’ansia. Il suo discorso sarà credibile? Ho seri dubbi.

Il vostro discorso pubblico verrà apprezzato e risulterà influente solo se il contenuto delle parole sarà in linea con il contenuto che esprimete con il vostro corpo. Allenate bene anche quest’aspetto, utilizzate lo specchio e immaginate che di fronte avete 200-300 persone sedute che vi fissano.

Un altro aspetto che dovete tener presente è il potenziamento della vostra autostima generale e specifica al public speaking. Se penserete di non essere bravi a parlare in pubblico, sicuramente scoprirete di aver ragione. Il vostro atteggiamento mentale avrà un’influenza determinante sulle vostre prestazioni e successi.

Consigli e interventi per superare l’ansia di parlare in pubblico

Vediamo un aspetto che dovete destrutturare se volete diventare bravi a parlare in pubblico, ossia: cercare di controllare le reazioni psicofisiche durante la prestazione. Tempo fa, mi contatto telefonicamente una persona molto formale e gentile. Era un ingegnere, molto preparato e competente nel suo lavoro e svolgeva un ruolo dirigenziale per una società italiana.

Il suo ruolo aziendale lo costringeva spesso a riunioni e incontri pubblici con i vertici dell’azienda, dove doveva esprimere le sue idee e i risultati ottenuti del suo team. Nonostante fosse una persona veramente preparata nel suo lavoro, quando doveva parlare in pubblico, era paralizzato dalla paura, sviluppando reazioni panicanti, con evidente manifestazione a tutti di rossore, disagio, imbarazzo. Iniziò a evitare tali incontri, delegando a un collaboratore tale compito e cosi, insieme con altri comportamenti e pensieri, nutri quotidianamente la sua paura, diventando sempre più grande.

L’evitamento di una situazione temuta conferma nella mente il pericolo e l’incapacità ad affrontarla

Il dirigente, insieme ad altri errori cognitivi e comportamentali finalizzati a debellare questo stato di panico, cercava inoltre di controllare, visualizzare, nascondere il suo disagio, la tachicardia e altri sintomi tipici dell’ansia del parlare in pubblico. Paradossalmente, il suo intento, gli offriva l’esatto risultato opposto, che lui cercava di ottenere, perché l’ansia e il disagio aumentavano.

Come superare l’ansia di parlare in pubblico: conclusioni

ansia pubblico

Se volete superare l’ansia di parlare in pubblico e diventare bravi in questo dovete individuare le vostre strategie che inconsapevolmente mettete in atto per cercare di controllarla o bloccarla, che in realtà la nutrono.

Come il dirigente preso in esame, anche voi, come lui potete superare l’ansia del public speaking e gestire il pubblico con competenza e sicurezza che li lascerà soddisfatti.

“Dopo tutto, nessun essere umano ha paura di fare, ciò che sa di saper fare bene”

La paura universale  che abbiamo analizzato, può essere superata anche senza l’aiuto di un professionista della comunicazione e della mente, individuando i comportamenti e i processi di pensiero disfunzionali.

L’aiuto di un professionista può essere un ottimo aiuto per apprendere le strategie verbali e non verbali della comunicazione, per individuare i limiti e gli errori messi in atto, per superare l’ansia e imparare con metodo l’arte di parlare in pubblico.

Tutti i grandi oratori furono all'inizio pessimi parlatori"

Ralph Waldo Emerson

superare l'ansia di parlare in pubblico lecce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *